Logo Synergia srl - Milano

RdC, GePI, SIUSS, ISEE, PUC e Controlli Anagrafici. I nostri corsi per i Comuni per l'avvio del Reddito di Cittadinanza

I corsi di formazione di Synergia per accompagnare l'avvio del Reddito di Cittadinanza nei Comuni e negli Ambiti Sociali italiani.
L'avvio del Reddito di Cittadinanza introduce significative variazioni sulle competenze degli attori istituzionali previste dal D.Lgs. 147/2017, mettendo in risalto, le nuove funzioni dei Comuni e degli Ambiti Sociali, anche rispetto alla valutazione multidimensionale dei bisogni e alla progettazione personalizzata già definite dal DM 4 dell’11 gennaio 2018 come Livelli Essenziali delle Prestazioni ai sensi del D.Lgs. 150/2015. 

Lo sforzo richiesto ai Comuni e agli Ambiti sociali è ancor più evidente con l’introduzione della piattaforma dedicata alla gestione dei patti per l’inclusione sociale, ormai nota come GePI. La piattaforma GePI rappresenta lo strumento di comunicazione con cui Comuni e Ambiti territoriali partecipano alla gestione della misura del Reddito di Cittadinanza, comprese le comunicazioni sui progetti di utilità sociale ed è di primaria importanza per i suddetti enti locali conoscerne approfonditamente il funzionamento. 

Allo stesso tempo è necessario da parte degli enti erogatori trasmettere al più presto tutti i dati relativi ai trattamenti assistenziali riconosciuti ai beneficiari RdC tramite la piattaforma SIUSS. Questo passaggio sarà necessario per consentire il corretto calcolo del contributo da erogare ai beneficiari, evitando così possibili erogazioni di prestazioni indebite che andrebbero a creare un potenziale danno erariale. La mancata o erronea trasmissione dei dati potrebbe comportare infatti la creazione di illecito disciplinare e responsabilità erariale in capo al funzionario dell’Ente responsabile dell’invio.

Inoltre, risulta importante favorire l’inserimento delle amministrazioni pubbliche in quelle mansioni di carattere amministrativo relative all’affiancamento dei beneficiari nella sottoscrizione dell’ISEE e nella creazioni dei Progetti Utili alla Collettività, i cosiddetti PUC, nuova materia inserita dai nuovi decreti ministeriali introdotti al servizio RdC.

Il pacchetto formativo che Synergia propone vuole rispondere a 360 gradi ai bisogni di Dirigenti, Assistenti sociali e Personale Amminsitrativo di Comuni e Ambiti Sociali italiani al fine di accompagnare l'Ente a un sereno ed efficace avvio della misura Reddito di Cittadinanza fornendo le conoscenze minime necessarie sui contenuti e sulle modalità di attuazione della misura RdC, ISEE e dei Progetti Utili alla Collettività, così come sulle modalità di funzionamento delle piattaforme connesse GePI e SIUSS.

Il pacchetto prevede interventi formativi a distanza (con l'attivazione di 10 account per i referenti indicati dall'Ente) o in presenza acquistabili singolarmente o in pacchetti multipli. Tutti i video-corsi, i webinar e i corsi residenziali sono acquistabili anche sul MEPA. 

 

Nome modulo

Docente

Corso residenziale (fino a 30 partecipanti)

Webinar (10 account)

Video-corso (10 account)

RdC

Emilio Gregori

A partire da 1.200€ + IVA + spese*

400€ + IVA

350€ + IVA

GePI

Anna Rio

A partire da 1.200€ + IVA + spese*

400€ + IVA

350€ + IVA

SIUSS

Giovanni Viganò

A partire da 1.200€ + IVA + spese*

400€ + IVA

350€ + IVA

ISEE

Nicoletta Baracchini

A partire da 1.600€ + IVA + spese*

400€ + IVA

350€ + IVA

PUC

Nicoletta Baracchini

A partire da 1.600€ + IVA + spese*

400€ + IVA

350€ + IVA

Controlli Anagrafici

Nicoletta Baracchini

A partire da 1.600€ + IVA + spese*

400€ + IVA

350€ + IVA

 *Per approfondimenti o per ricevere un preventivo dedicato, contattare la dott.sa Marta Distaso della Segreteria formativa al numero di telefono 0272093033 oppure all'indirizzo e-mail mdistaso@synergia-net.it.


Oltre ai contenuti video e webinar saranno messi a disposizione dei partecipanti sulla Rubrica dedicata al Reddito di Cittadinanza della Mediateca di Synergia Academy, materiali formativi, slide, normative di riferimento, buone pratiche e strumenti di lavoro. I documenti caricati in Rubrica saranno disponibili per consultazione e download per i successivi due mesi a fare data dalla sottoscrizione dell'incarico, in modo da accompagnare i discenti nella prima fase di avvio del Reddito di Cittadinanza.

Il percorso formativo qui proposto è suddiviso in 6 moduli acquistabili in modalità video-corso, webinar live a distanza con nostro docente o in modalità residenziale:
 
•Modulo 1: La nuova misura Reddito di Cittadinanza
•Modulo 2: La piattaforma GePI
•Modulo 3: Il SIUSS e gli adempimenti connessi con il RdC
•Modulo 4: Il nuovo ISEE 
•Modulo 5: I progetti utili alla collettività (PUC)
•Modulo 6: I controlli anagrafici previsti dalla misura RdC
 
 
Modulo 1: La nuova misura Reddito di Cittadinanza
Il modulo sul Reddito di Cittadinanza, della durata di 5 ore, da un lato intende dare una lettura approfondita del DL 4/2019, convertito in legge con la L 26/2019, e del combinato disposto con la normativa precedente, fornire un quadro sinottico comparativo tra Reddito di Cittadinanza e Reddito di Inclusione. Dall’altro, l’obiettivo sarà quello di fornire concrete indicazioni e suggerimenti operativi agli operatori dei Comuni e di Ambito rispetto ai nuovi ruoli e ai compiti ad essi richiesti con l’introduzione della nuova normativa. 
 
Programma di base
1. Inquadramento introduttivo: le misure condizionali di contrasto alla povertà
2. Dal ReI al Reddito di Cittadinanza: variazioni e conferme - cosa cambia per i Comuni e gli Ambiti Sociali
3. Cosa cambia per i beneficiari: requisiti di accesso, importi, impegni
4. I due percorsi di presa in carico
5. Il nuovo assetto territoriale e il sistema di governance
5. Collaborazione, coordinamento e scambio informativo tra Servizi Sociali e Servizi per il Lavoro
6. La presa in carico - valutazione multidimensionale e progetto personalizzato
7. Le caratteristiche dei potenziali beneficiari e la potenziale complessità dei bisogni


Modulo 2: La piattaforma GePi
L’obiettivo del modulo formativo, della durata di 5 ore complessive, è quello di restituire le conoscenze specifiche della piattaforma GePi, comprese le tre sezioni in esso contenute (quella dedicata alla gestione dei Patti, quella dedicata ai controlli anagrafici e quella dedicata ai lavori socialmente utili, al momento non acora sviluppata, nell’ambito dei progetti di inclusione sociale previsti dal Reddito di Cittadinanza). Inoltre, si procederà ad un approfondimento sui ruoli e sulle funzioni dei diversi attori coinvolti, che ai fini dell’utilizzo della Piattaforma sono individuabili in Amministratore, Coordinatore di Ambito, Coordinatore per i controlli anagrafici, Case manager e Responsabile per i controlli anagrafici. Il corso affronterà anche tutti i nodi al momento aperti relativi allo stato di sviluppo della piattaforma e le possibili soluzioni da adottare in qeusta prima fase di avvio della misura.
 
Programma di base
1. Le tre sezioni del GePi
2. Gli adempimenti formali richiesti a Comuni ed Ambiti Sociali
3. La distribuzione strategica dei ruoli e delle responsabilità connessi alla piattaforma GePI
4. Nuove disposizioni sui controlli anagrafici
5. La gestione dei progetti di inclusione sociale
6. Laboratorio: dalla teoria alla pratica – declinare ruoli/responsabilità e gestire i progetti di inclusione sociale nel contesto operativo del Comuni e dell’Ambito Territoriale.
 
Modulo 3: Il SIUSS e gli adempimenti connessi con il RdC
Il modulo sul SIUSS, della durata di 5 ore, ha lo scopo di restituire le necessarie conoscenze di base sul Nuovo Sistema Informativo Unitario dei Servizi Sociali (SIUSS), con particolare riferimento alle banche dati delle prestazioni sociali, delle valutazioni multidimensionali (SINA, SINBA e banca dati sulla povertà) e delle valutazioni e progettazioni personalizzate, nonché di permettere ai discenti di assolvere con serenità e in tempi brevi ai relativi debiti informativi connessi con l’avvio della misura sul Reddito di Cittadinanza. 
 
In particolare, gli obiettivi del corso sono così definibili:
•Comprendere le caratteristiche base del SIUSS, le finalità della sua istituzione, la legislazione nazionale di riferimento quella più specifica ed attuativa, nonché gli obblighi previsti per tutti gli Enti Locali e ed Enti pubblici interessati;
•Conoscere quali dati e quali informazioni debbano essere processati e inviati e secondo quali modalità;
•Essere consapevoli dei vantaggi che il contributo al SIUSS può portare all’ente erogatore stesso. 
•Essere in grado di assolvere il tracciato record INPS connesso all’avvio della misura REI su BDPSA, BDPS, BDVPP 
•Essere in grado di rispondere ai debiti informativi connessi con il Reddito di Cittadinanza
 
 
Modulo 4: Il nuovo ISEE precompilato dal 1 gennaio 2020
I discenti saranno guidati attraverso il modulo sul nuovo ISEE, di durata di 3 ore. Il modulo intende fornire le competenze sulle ultime novità, relative in particolare alle modifiche all’ISEE corrente, alla composizione del nucleo e all’ISEE precompilato che verrà attivato dal 1°gennaio 2020, con importanti impatti sull’attività di controllo degli Enti Erogatori e sulla codifica dei relativi procedimenti. Verranno esaminate in particolare le ultime modifiche allo strumento ISEE introdotte dal DL 4/2019, dal DL 34/2019 e dal DM 4 ottobre 2019, andando a valutare le ricadute sulle attività degli Enti legate al RdC e sui procedimenti comunali di erogazione delle prestazioni sociali agevolate, nonché sulle modifiche al sistema dei controlli di competenza. 
 
Programma di base
•L'evoluzione normativa dello strumento ISEE;
•Le modifiche normative alla composizione del nucleo familiare, al trattamento dei soggetti a carico ai fini IRPEF;
•Il nuovo ISEE corrente;
•Le novità 2020 dell'ISEE PRECOMPILATO;
•La possibilità per il cittadino di autocertificare dati più aggiornati, le verifiche successive e la gestione parallela di ISEE basati su annualità diverse;
•Gli ISEE per particolari prestazioni: ISEE minorenni, ISEE socio-sanitario;
•Come cambiano le attività di controllo della DSU con il nuovo ISEE precompilato;
 
 
Modulo 5: I progetti utili alla collettività (PUC)
Il corso, di durata 3 ore, svilupperà il modulo sui PUC, con l'obiettivo di dare chiarezza alle novità introdotte con l'emanazione del Decreto attuativo del RdC, secondo cui tutti i beneficiari del Reddito di Cittadinanza sono tenuti a dare disponibilità di partecipazione a Progetti per i lavori Utili alla Collettività, salvo specifiche eccezioni. Si genera oggi una complessità organizzativa che impegna i Comuni, coordinati a livello di Ambito, in una serie di attività amministrative, progettuali e gestionali, che vanno tempestivamente affrontate per poter adempiere al compito assegnato: definire il catalogo, alimentare la piattaforma, gestire gli oneri connessi e consentire così ai beneficiari di restituire ore di utilità alla comunità locale. Considerato il numero ingente dei soggetti che dovranno essere impegnati e collocati nei PUC, si pone l'urgenza di attivarsi al fine di controllare tale complessità.
 
Programma di base
•I PUC: natura giuridica e finalità;
•Soggetti tenuti e categorie esonerate;
•Fonti di finanziamento dei PUC; 
•Ambiti di realizzazione dei PUC;
•Il ruolo dei Comuni nella predisposizione e gestione;
•Il ruolo dell'Ambito sociale e i rapporti tra ambito e comune;
•Tempi e modi di definizione del catalogo da parte del comune;
•I rapporti con i CPI per la gestione delle postazioni disponibili;
•I rapporti col terzo settore e con altri enti pubblici per la collocazione dei PUC;
•Gli atti e le procedure amministrative necessarie;
•Individuazione dei referenti delle sedi locali di progetto, la loro formazione e coordinamento;
•Struttura del progetto e i suoi elementi essenziali;
•Predisposizione dei progetti: elementi di project cycle management;
•Beneficiari e PUC: matching, obblighi, strumenti di gestione, iter sanzionatorio;
•Attività di valutazione
 

Modulo 6: I controlli anagrafici previsti dalla misura RdC
Il modulo sui controlli anagrafici, della durata di 3 ore, intende approfondire con un taglio normativo e operativo le attività di controllo che devono essere implementate da parte dei responsabili comunali relativamente ai requisiti anagrafici e alla composizione del nucleo familiare dei beneficiari RdC. Con l’Accordo Stato-Città ed Autonomie Locali del 4 luglio 2019 sono state definite le responsabilità dei Comuni in merito, nonché le tempistiche stringenti entro le quali attivarsi, senza tuttavia fornire il set completo degli strumenti con cui gestire procedure e flussi informativi. È comunque necessario che i responsabili individuati realizzino i controlli sui requisiti anagrafici e alimentino di conseguenza la piattaforma GePI. Inoltre, è urgente la formulazione e l’approvazione del Piano Controlli sulla composizione del nucleo familiare ai fini ISEE, che dovrà prevedere forme di collaborazione tra uffici anagrafi e uffici servizi sociali.
Programma di base: 
•I requisiti anagrafici di soggiorno e residenza per avere diritto al RdC;
•Il sistema sanzionatorio: segnalazioni e sanzioni (Decreto 4/2019)
•I controlli sui requisiti di residenza e soggiorno di tutti i beneficiari RdC (Accordo Stato-Città 4 luglio 2019)
•I controlli sulla composizione del nucleo familiare ai fini ISEE su un campione non inferiore al 5% (Accordo Stato-Città 4 luglio 2019);
•Ruoli e responsabilità connesse ai controlli;
•Il supporto della piattaforma GePI;
•La Nota ministeriale del 25 ottobre;
•Organizzarsi ai fini delle attività di controllo. 
 
La piattaforma di Synergia Academy per video-corsi e webinar




Il proponente e i formatori

Synergia è una società di ricerca, consulenza e formazione che opera dal 1989 nel campo delle politiche sociali e socio-lavorative e che vanta una consolidata expertise sul tema dei sistemi informativi sociali e delle politiche di welfare (www.synergia-net.it). Synergia è pertanto in grado di offrire un team di lavoro ampiamente qualificato per la realizzazione del servizio. 
Gli interventi formativi saranno tenuti dal nostro corpo docenti esperto e qualificato:

Emilio Gregori
, è docente di vari corsi di metodologia della ricerca sociale presso le Università L. Bocconi e Cattolica di Milano, senior consultant presso Synergia, è consulente alla programmazione delle politiche sociali presso diversi Comuni e Ambiti territoriali italiani. Vanta diversi corsi di formazione sulle misure di contrasto alla povertà REI e Reddito di Cittadinanza.  

Nicoletta Baracchini
, giurista, esperta di legislazione sociale e sanitaria, consulente ANCI in materia di ISEE e ReI, componente del gruppo ministeriale sull'attuazione dell'ISEE.

Giovanni Viganò
, docente di Metodi Quantitativi per le Scienze Sociali presso l’Università L. Bocconi di Milano, esperto nella progettazione e implementazione di Sistemi Informativi Sociali, è consulente esperto per conto del Formez del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nelle aree di Lavoro Comune con INPS e Regioni per l'implementazione del SIUSS.

Anna Rio
, laureata in Management e Design dei Servizi presso l’Università Bicocca di Milano è ricercatrice e formatrice presso Synergia. Vanta esperienze di consulenza al Piano di Zona e ha maturato un’approfondita conoscenza dell’attuazione della misura Reddito di Cittadinanza e in particolar modo delle Piattaforme ad esso collegate. 

Segnaliamo alcune delle loro recenti pubblicazioni:

Gregori E., Viganò G. (2019) Il Nuovo Sistema Informativo Unitario dei Servizi Sociali (SIUSS) e gli adempimenti connessi al Reddito di Cittadinanza, Bologna, Maggioli

Baracchini N., Gregori E., Viganò G. (2019) Reddito di cittadinanza. Manuale operativo, Bologna, Maggioli. 

 

Copyright © 2009-2016 Synergia srl - Tutti i diritti riservati
Via Settala, 8 - 20124 Milano
Tel. 02.72093033 - Fax 02.72099743
P.IVA 09570410150
chantive-solutions

Magazine   |  Committenti   |  Partners   |  News   |  Legal info